Il Progetto

La sostenibilità al centro delle relazioni commerciali lungo la filiera ittica

Il contesto: la pesca e l’acquacoltura in Italia

Il nostro Paese è caratterizzato da una grande varietà di ambienti acquatici salati e dolci, con produzioni ittiche molto diversificate e consumi che presentano grandi differenze da area ad area. In generale gli italiani preferiscono i prodotti che fanno parte delle tradizioni locali, anche quando scelgono i prodotti dell'allevamento.

In questo scenario si inseriscono quali attori del commercio dei prodotti ittici: i mercati all'origine, spesso gestiti da cooperative di pescatori in cui la vendita del prodotto viene prevalentemente attuata tramite aste e i mercati alla distribuzione, presenti nei grandi centri, nei quali viene convogliato il prodotto proveniente dai principali porti di pesca e dalle aziende di acquacoltura, nonché quello estero.

Oggi la sfida è quella di incrementare i consumi di prodotti caratterizzati da maggiore sostenibilità ambientale, anche per ridurre la pressione sulle specie pescate nei nostri mari, guardando anche al miglioramento della sostenibilità economica della filiera ittica.

L’iniziativa e il ruolo dei mercati all’ingrosso

Rafforzare nel segno della sostenibilità le relazioni commerciali lungo la filiera ittica, è il cuore del Progetto.

Il Progetto Food Hub prevede la realizzazione di attività che favoriscano la creazione di nuovi accordi commerciali tra i soggetti della filiera, valorizzando i prodotti caratterizzati da determinati criteri di sostenibilità, sfruttando il ruolo dei mercati all’ingrosso.

I mercati all’ingrosso sono infatti un nodo strategico della filiera:

  • Sono il luogo dove passa gran parte del prodotto destinato ai grandi centri di consumo;
  • Possono fungere da hub facilitatori di sostenibilità, favorendo il raccordo tra gli operatori a monte e quelli a valle della filiera ittica, su prodotti con determinate caratteristiche;
  • Possono intercettare le richieste della domanda, ad esempio pescherie e ristoranti e veicolarle agli operatori presenti nei mercati, con l’obiettivo di trovare sinergie e intese commerciali sempre nuove.

Le informazioni sulle aziende produttrici, sulle caratteristiche dei loro prodotti, e sulle aziende commerciali presenti nei vari mercati, saranno raccolte in una piattaforma accessibile online, attraverso la quale sarà possibile promuovere i propri prodotti e stringere accordi commerciali. A questo scopo la piattaforma consentirà l'utilizzo di modelli contrattuali specifici per le diverse tipologie di prodotto individuato.

I soggetti coinvolti

L’iniziativa è realizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e da Unioncamere nell’ambito del PO FEAMP 2014-2020, con la collaborazione tecnico-scientifica di BMTI e Italmercati. Inoltre è coinvolta ISNART che supporta Unioncamere nelle attività verso la ristorazione.