Food Hub: produttori, consumatori e mercati insieme per il rilancio del settore ittico

  • Si è svolto a San Benedetto del Tronto il lancio dell’iniziativa Food Hub;
  • Il progetto nazionale mira a far conoscere le specie ittiche e le loro caratteristiche, attraverso degustazioni e attività di animazione;
  • Il tour si svolgerà a Milano, Verona, Rimini, Firenze, San Benedetto del Tronto, Roma, Napoli e Catania.

16.07.2022 San Benedetto Del Tronto – Si è conclusa ieri sera la prima tappa del Food Hub Tour, iniziativa nazionale realizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e da Unioncamere nell’ambito del PO FEAMP 2014-2020, con la collaborazione tecnico-scientifica di BMTI e Italmercati, la rete italiana dei mercati all’ingrosso. Il progetto, attraverso un tour di eventi nelle città italiane, mira a favorire la filiera ad aiutare i mercati all’ingrosso a diventare un hub alimentare e, a chi produce, serve a mettere insieme forza e competenza per fare squadra. “Da qualche anno, nella nostra politica di settore, sta aumentando l’interesse per la filiera e i percorsi più virtuosi”, dichiara Fabio Massimo Pallottini, Presidente di Italmercati “La sfida che abbiamo lanciato, con Food Hub, è quella che i mercati ittici italiani possano essere il luogo dove viene valorizzato il pescato italiano, con certezze e sicurezza ai consumatori. Portiamo avanti questa idea con il mondo della pesca. C’è bisogno di un’alleanza tra chi pesca e chi questo prodotto lo lavora, distribuisce e vende’”. Siamo orgogliosi che questa tappa di Food Hub parta da San Benedetto – ricorda l’AD del Caap, Francesca Perotti - Credo nell’inclusione, questo è un lavoro che a San Benedetto dobbiamo sdoganare. Solo con l’inclusione si fanno passi avanti, concordo con la filiera quale strumento di crescita. In sinergia con Comune e Regione, d’altronde, siamo riusciti a salvaguardare il Caap. L’obiettivo è quello di crescere ed educare, dobbiamo scendere in campo per far capire quanto è importante il settore ittico”. Nel suo intervento, Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio delle Marche e Vicepresidente di Unioncamere, ha sottolineato l’importanza della costruzione, in Regione, di una filiera istituzionale a supporto delle aziende: “Il supporto delle istituzioni in questo momento è fondamentale. La Camera di Commercio delle Marche e la Regione Marche lavorano fianco a fianco per supportare i programmi di promozione e internazionalizzazione del comparto ittico sambenedettese, in Unioncamere siamo dei convinti assertori delle filiere istituzionali, ne vediamo l’efficacia anche in altri ambiti. Ne abbiamo dato concreta dimostrazione sostenendo le aziende, attraverso il Centro Agroalimentare Piceno, per agevolare la partecipazione a fiere sia in Italia e sia all'estero. Un'azione che proseguirà, sempre con il coinvolgimento del Caap, nei prossimi mesi. Molto importante sarà l'inserimento delle quotazioni dei prezzi rilevati a San Benedetto all'interno del listino della Borsa Merci Telematica Italiana che avverrà sin dai prossimi giorni”.  La conclusione dei lavori è stata a cura del Sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, Francesco Battistoni, il quale ha sottolineato “il lavoro svolto per il progetto Food Hub. Abbiamo scelto San Benedetto per il lancio nazionale del progetto perché è una città meravigliosa e c’è una delle marinerie più importanti d’Italia. Come Governo, anche a favore del settore della pesca, abbiamo realizzato molto nell’ultimo anno, stanziando venti milioni di euro ripetendo le misure Covid, di nuovo ad inizio anno con altri venti milioni di euro per i pescatori e l’acquacoltura, inoltre dalla Comunità Europea abbiamo avuto il nulla osta per compensare dei costi aggiuntivi, oltre al credito d’imposta sul gasolio. È bella la sinergia tra Ministero, Italmercati e Borsa Merci, perché possiamo parlare della pesca italiana, che è tra le più sostenibili. Naturalmente, ci teniamo anche alla tracciabilità, alla sicurezza. Abbiamo tante sfide da portare avanti, ci sono molti bandi del Pnrr e dobbiamo essere pronti per realizzare 45 opere, ci sono 800 milioni per la logistica. Entro fine anno pubblicheremo la graduatoria delle opere da finanziare, ma non sottovaluterei nemmeno l’aspetto dei contratti di filiera. Dobbiamo, con il Food Hub Tour, far capire l’importanza del pesce di qualità”. Durante la mattinata di venerdì, sono state realizzate attività e laboratori per i bambini e di visite guidate per adulti: un’uscita in mare con un peschereccio, con la possibilità di pescare e degustare il pesce a bordo; la visita a bordo di un peschereccio ormeggiato in porto; nel pomeriggio, il laboratorio "Mosse dal vento", presso il Museo del Mare,  durante il quale i bambini hanno dipinto una loro personale vela traendo ispirazione dalle numerose immagini e fotografie osservate nel corso della visita presso il museo; alle 21:15 e alle 22:15, due visite guidate al  MaM (Molo Sud) "Arte sul mare", tra le opere scultoree e pittoriche del Museo d'Arte sul Mare, dal monumento al Gabbiano Jonathan di Mario Lupo alle più recenti opere realizzate nei 26 anni del Festival dell'Arte sul Mare, un percorso per conoscere un luogo dove arte e natura si incontrano creando un unico capolavoro.